Arredo e Casa

soggiornoModerne, classiche o di design, sono le collezioni di mobili protagoniste in soggiorno. Sempre all’insegna della componibilità e della flessibilità, con superfici in legno, vetro o laccate, valorizzano al massimo gli ambienti. I mobili per la zona giorno comprendono un’ampia gamma di soluzioni. Tra queste, le pareti attrezzate sono le più versatili e si adattano a ogni esigenza di spazio. Possono essere composte con libreria, pannello porta-tv, accostando vani chiusi e a giorno e moduli di dimensioni differenti. Esistono poi vari elementi come credenze, buffet e console e vari tipi di pensili, da scegliere o come pezzi indipendenti oppure uniti a collezioni coordinate.

Anche per dividere. Nella versione autoportante, i mobili bifacciali sono utilizzabili come elementi di separazione tra gli ambienti al posto delle pareti, per esempio negli open space. Se sono passanti non limitano inoltre la luminosità. Nella scelta del complemento del libing room, spazio vitale occupano i salottini, formati da divani e poltroncine versatili, spesso trasformabili e adattabili a ogni esigenza di spazio. Con sistemi moderni e differenti che portano ad ottenere un comfort veramente unico. Esempio: l’asami può essere dotato di illuminazione integrata, componbile e coordinabile con il pouf, in varie dimensioni. Il contrasto dato dai cuscini, l’imbottitura in poliuretano espanso. Quindi conta ciò che un divano ha al proprio interno. Tradizionalmente un imbottito prevede un’ossatura portante in legno, come il faggio, l’abete o il pioppo, con pannellature di tamponamento in genere realizzate in fibra di legno o in compensato. Oggi si producono spesso anche con telai di tipo meccanico, oppure in entrambi i materiali. Un intreccio di cinghie elastiche garantisce il sostegno del corpo e il comfort della seduta. I cuscini di quest’ultima e dello schienale sono realizzati in vari materiali: poliuretano espanso, piuma d’oca oppure misti.

arredamenti casaVari meccanismi consentono di aumentare la sensazione di relax e comodità. Per esempio le sedute allungabili e gli schienali regolabili in altezza. In questo modo l’imbottito si trasforma in base alle diverse situazioni: relax, lettura, conversazione. Quelli elettrici, con pulsanti o telecomando, permettono con estrema facilità di alzare a piacimento il poggiapiedi e contemporaneamente di abbassare lo schienale, grazie a pulsanti nascosti alla vista. E’ meglio però che le sedute siano indipendenti, in modo che il meccanismo possa essere attivato solo nella parte desiderata, permettendo a ognuno di scegliere la soluzione di relax che più si preferisce. Per adattarsi a stature differenti, alcuni poggiatesta integrano un meccanismo che consente di alzare lo schienale.